Risorse
gratuite

Centro Mastermind

Team di Psicologi e Psicoterapeuti

Aree di intervento

  • PSICOTERAPIA BREVE
  • VIVERE BENE LA SCUOLA
  • PSICOTERAPIA INFANZIA E ADOLESCENZA
  • ARMONIA IN FAMIGLIA
  • Le Costellazioni Familiari
  • TRAINING AUTOGENO
  • Sport

Le Costellazioni Familiari

Le costellazioni familiari sono una tecnica introdotta/sistematizzata da Berth Hellinger, circa una ventina di anni fa e molto diffusa nei paesi di lingua tedesca. Il termine costellazioni si riferisce ad uno strumento che non va vissuto e utilizzato a se stante, bensì all’interno di contesti psicologici o di pedagogia sistemica. Infatti, mettendo in evidenza le dinamiche relazionali nascoste all’interno dei nuclei familiari, in un arco di tempo transgenerazionale , possono avere un impiego sia clinico che pedagogico educativo.
I principali punti di riferimento del metodo sono la psicologia analitica junghiana, lo psicodramma di Moreno, la psicoterapia familiare intergenerazionale di Ivan Boszormenyi-Nagi degli anni 60 e la psicoterapia trangenerazionale di Anne Anceline Schutzenberger, medico psichiatra, ancora vivente, che ha introdotto il concetto di psicogenealogia. Esiste una cospicua letteratura sull’argomento e le scuole accreditate fanno capo agli autori su menzionati.
Il centro dell'intervento è l'individuo, il suo benessere all'interno del complesso sistema famiglia. In tale sistema, ogni membro ha un ruolo, una posizione precisa. Quando i ruoli si confondono, si scambiano, o alcune posizioni rimangono vacanti si crea un disordine che porta a un disagio, a volte profondo, a confusioni, dipendenze, frustrazioni, malattie.
La rappresentazione manifesta la causa del malessere su cui interviene il facilitatore per ripristinare l'ordine originario e la consapevolezza. Se il cliente accetta l'intervento ha la capacità di arrivare alla soluzione effettiva del problema in un tempo più o meno breve.
Il cliente deve essere visto non come singola persona, ma come appartenente a un sistema. La tecnica delle costellazioni familiari consiste in una messa in scena della problematica del cliente che può' essere realizzata con persone o con oggetti simbolici.
Si tratta di un laboratorio esperienziale, di un lavoro fenomenologico dove tutti sono "strumenti" a favore del cliente. Il Facilitatore sceglie le persone e/o i concetti astratti da rappresentare. Il cliente sceglie i rappresentanti e li dispone nello spazio in modo istintivo, poi esce dal gruppo ed assiste. Nel gruppo si muovono emozioni, a volte molto intense. Per questo è necessaria la massima discrezione e il massimo rispetto dei presenti. Il Facilitatore guida il lavoro suggerendo cambiamenti di posizione, di atteggiamento, inserisce nuove persone quando ritiene che sia necessario per completare il sistema, per raggiungere un nuovo equilibrio che attiva un progressivo benessere con se stessi e con gli altri.

Intervento mirato

Il lavoro psicoterapeutico parte dall'individuazione di un “focus psicoterapeutico” su cui intervenire attraverso la collaborazione mirata che si crea nella relazione terapeutica per attivare un cambiamento in tempi brevi.
La Psicoterapia Dinamica a Breve Termine offre la possibilità di risolvere problematiche legate a: conflitti emotivi e relazionali, somatizzazioni (es: dolori di stomaco, mal di testa, fibromialgie, coliti, ecc), crisi d'ansia e attacchi di panico, depressione, disturbi legati in generale al tono dell’umore.

La tecnica interviene attraverso:
- l’ essere coinvolti nell'interazione emozionale che favorisce l’elaborazione del sintomo;
- la formulazione psicosomatica del problema psicologico;
- l’apprendimento dei meccanismi corporei e somatici coinvolti nei processi d’ansia e di angoscia.

Approccio multidisciplinare

Le difficoltà scolastiche comprendono un ampio spettro di problematiche e, per questa ragione, la diagnosi riveste un ruolo fondamentale. Viene formulata all’interno di una equipe multidisciplinare e può prevedere l’apporto di più figure professionali. Il protocollo tecnico adottato varia a seconda della fascia evolutiva, delle problematiche e dei bisogni della persona.

Ciò che il centro proporrà sarà quindi un intervento calibrato sulle necessità del singolo bambino o ragazzo.
Il trattamento per le difficoltà scolastiche e i disturbi dell’apprendimento tiene in considerazione aspetti tecnico-funzionali, cognitivi, emotivo-relazionali e psicologi.

Percorsi da intraprendere

I percorsi da intraprendere, qualora vengano individuate dallo specialista delle problematiche che devono essere prese in carico, riguardano varie aree di intervento.

Con i bambini (dai 3 ai 10 anni) utilizziamo prevalentemente il gioco e il disegno. Crediamo molto nel coinvolgimento dei genitori in tutti i percorsi dei loro figli, infatti predisponiamo degli incontri di consulenza e accompagnamento che rendano ancor più efficace il lavoro terapeutico.

Con i preadolescenti e adolescenti (dagli 11 ai 18 anni) lavoriamo individualmente con il colloquio clinico, la psicologia del colore, la narrazione e le tecniche di rilassamento. I ragazzi spesso si trovano in difficoltà a scuola o con i coetanei, e diventa importante aiutarli ad acquisire strumenti e capacità proprie che consentano loro di vivere serenamente nei diversi contesti.

Gli strumenti utilizzati

La tecnica del colloquio, l'approccio centrato sul "cliente", la psicologia umanistica, l'analisi transazionale, sono tutti strumenti usati per aiutare gli utenti per maturare una presa di coscienza delle proprie risorse e operare scelte personali, libere ed autonome.

«La consulenza agisce solo sulle dinamiche coscienti e pre-consce della persona che chiede sostegno, si fonda sull'ascolto attivo, costruttivo e non direttivo, ha l'obiettivo di aiutare la persona a mettere ordine nelle proprie risorse, ad aumentare la consapevolezza e la competenza nell'uso quotidiano e specifico della comunicazione interpersonale e familiare. La consulenza non segue dinamiche di disagio clinico, ma interviene su situazioni di disagio percepito o manifesto, su dinamiche relazionali, educative, di coppia, sempre contando sulla positività delle risorse della persona stessa».

T.A. - training autogeno esercizi di base

Gli esercizi del T. A. di base portano ad una profonda distensione del corpo, al raggiungimento dello stato "autogeno", una condizione di abbandono simile a quella del sonno, ideale per il recupero energetico e l'auto-guarigione.
Gli effetti che si possono ottenere con il ciclo del T.A. di base sono:
Auto - sedazione, autoinduzione di calma, attraverso lo smorzamento della risonanza emotiva.
Ricarica energetica.
Armonizzazione del vissuto corporeo con attenuazione o eliminazione di sensazioni sgradevoli dovute a stati di tensione.
Regolazione muscolare e vasomotoria e riequilibrio della pressione arteriosa.
Regolazione di alterazioni funzionali a carico di vari organi (cuore - polmoni - visceri addominali - ecc.)
Realizzazione di proponimenti : smettere di fumare, riequilibrare l'alimentazione, rafforzare le difese del corpo, raggiungere gli obiettivi prefissati.
Gestione dell'ansia.
Elaborazione dei vissuti emozionali.
Concentrazione mentale.

Sport Agonistico

Nella larga maggioranza dei casi, per migliorare le prestazioni agonistiche sono sufficienti interventi mirati al potenziamento della performance: mental training, tecniche di rilassamento e di visualizzazione, tecniche di gestione dell’ansia e dei pensieri, costruzione di ancoraggi e rituali pre-gara per favorire la concentrazione.
Quando lo sportivo è un ragazzo in età evolutiva, la situazione diventa più complessa poiché la pre-adolescenza e l’adolescenza sono già un momento di crisi per loro stessa natura. Di conseguenza, proprio per aiutare gli sportivi in questa difficile fase evolutiva, associamo alle classiche tecniche di potenziamento della performance interventi mirati ad aiutare i ragazzi ad affrontare e gestire i momenti di crisi vissuti nei vari contesti di vita. In questi casi, sviluppare le proprie potenzialità vuol dire anche agevolarlo sia nei compiti evolutivi di autonomia, autostima e auto-efficacia, sia nelle relazioni affettive che a scuola.

DESIDERI PARLARE CON GLI ESPERTI?

RECAPITI

Sede
Telefono
Motivo della richiesta *
Nome e cognome *
Telefono *
E-mail *
Città *
Richiesta *
Desidero iscrivermi alla newsletter di Centro Mastermind

ANSIA E BENESSERE

Autostima e benessere aiutano a vincere l'ansia, le paure, l'insicurezza, migliorano la vita di coppia e la sessualità, favoriscono le relazioni in famiglia e permettono di avere il giusto supporto per le difficoltà scolastiche dei figli.

Teniamoci in contatto!

Iscriviti alla nostra newsletter

Acconsento al trattamento dei miei dati per l'invio di newsletter
Iscriviti